venerdì 26 maggio 2017

28/05 Castello D'Albertis : SIRENE performance sonora con Federica Loredan

Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo
Nell’ambito della inaugurazione di
Marinaio gentiluomo: Enrico Alberto d’Albertis - un moderno viaggiatore d’altri tempi 
Percorso museale con proiezione di foto scattate nei mari di tutto il mondo da E.A. 

D’Albertis

Domenica 28 maggio, ore 17.00, 18.00 


SIRENE

SINOSSI :

Una rete rosso sangue. Mattanza.

Cerco di ricucire i legami, la famiglia.
Tenere insieme i pezzi. Raccogliere i frutti. Un’attività febbrile.
Sputata dal mare come un relitto. Una figura mitologica.
La coda di una sirena, pesante, ricoperta di chiavi come fossero parassiti, crostacei.
Incagliata. Suonano come catene, mi fanno affondare
Eppure sono le mie risorse, ma non so quale sia quella giusta per uscirne,

Un corpo diviso in due, metà in viaggio metà impigliata nell’oblio
(© Isabella Ievolella)
Creazione per corpo, suoni e voce. La poetica di Federica Loredan è un crossover tra diversi linguaggi e tende alla creazione di una danza sonora/musica visiva,
una forma espressiva in cui il movimento produce suono, una danza percussiva, automusicata, che si serve anche di elementi fortemente simbolici ed evocativi (v. l’acqua in “Solo Sol Eau” ).

Impegnata da tempo in diversi progetti con rifugiati e migranti, e per ragioni personali particolarmente interessata al tema, Federica Loredan decide di indagare sulla condizione di chi resta “incagliato”, chiuso, perso nel viaggio concretamente o in senso lato e portarne in scena la voce, attraverso una poetica nuova, che si appoggia ad una danza di impatto e fortemente iconica come l’Hip hop e ad una tecnica antichissima come il Body percussion.

Continua così la sperimentazione sul suono, questa volta attraverso l’
uso di un costume sonoro: una immensa gonna-rete da pesca ricoperta di chiavi, monete ed altri oggetti fortemente simbolici che risuona come le maschere della tradizione sarda . In parallelo la sperimentazione sul movimento: il corpo è diviso in due, due volontà diverse, radicarsi e volare, due pesi diversi, due qualità diverse. Info www.federicaloredan.com
INFO E PRENOTAZIONI: tel. 010 2723820 

domenica 28 maggio, ore 17.00 e 18.00:

visita speciale al castello sul tema UOMINIEMARE
a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro; 

a seguire SIRENE performance di danza sonora di e con FEDERICA LOREDAN,
costo totale 13 € ( ingresso, visita speciale e performance di danza sonora)

aperitivo presso il bistrot del castello (facoltativo, su prenotazione 7 € )Per ulteriori informazioni: tel. 010 2723820 e-mail: castellodalbertis@solidarietaelavoro.it https://it-it.facebook.com/castello.dalbertis/
https://www.facebook.com/events/214785352356085
www.museidigenova.it
 

Castello D’Albertis Museo delle Culture del mondo - Corso Dogali, 18, 16136 Genova, Italia


Per il ciclo de " Il Martedì dei Piccoli" a Dialogo nel buio una avvincente caccia al tesoro!

Martedì 30 maggio alle ore 17.45 in programma ogni ultimo martedì del mese, proponiamo una divertente attività in totale assenza di luce per trovare il tesoro nascosto lungo il percorso multisensoriale.  Unico aiuto: la voce della guida che con i suoi indizi aiuterà a raggiungere l'obiettivo finale!

Partendo dal gioco, i bimbi dai 5 agli 11 anni possono vivere l’esperienza a Dialogo nel Buio in modo originale e coinvolgente. I bambini saranno i veri protagonisti, accompagnati e seguiti dalle nostre guide, in modo da cimentarsi in attività manuali e sensoriali nell’oscurità, imparando un modo diverso di muoversi, orientarsi e comunicare.




A cura di Solidarietà e Lavoro scs-onlus
 

Durata 1 h. circa. Costo € 6/bambino
Prenotazione obbligatoria entro le ore 12 del giorno stesso
Dialogo nel Buio, Calata De Mari - Darsena
Tel. 010 0984510 @: info@dialogonelbuio.genova.it
web: www.dialogonelbuio.genova.it

giovedì 25 maggio 2017

28/05 Castello D'Albertis: inaugurazione percorso Marinaio gentiluomo: Enrico Alberto D’Albertis- un moderno viaggiatore d’altri tempi

Nell'ambito di UOMIEMARE. Genova, il mare e il porto fra Otto e Novecento - mostre a Palazzo Reale di Genova, Biblioteca Universitaria di Genova e Castello D’Albertis
dal 28 maggio al 1 ottobre 2017
Castello D’Albertis
Marinaio gentiluomo: Enrico Alberto D’Albertis- un moderno viaggiatore d’altri tempi - percorso museale con proiezione di foto scattate nei mari di tutto il mondo da E.A. D’Albertis

La vita quotidiana del viaggiatore ‘800esco attraverso gli scatti di E.A. d’Albertis, uno dei cento soci fondatori  del Regio Yacht Club, che ha coltivato tutta vita la passione per il mare e vi ha costruito intorno un castello, già di per sé monumento al mare ed al suo rapporto con Genova. Continui rimandi al mare sono leggibili nei dettagli architettonici - a partire dalle mandibole di balena che ne decorano la facciata - nelle decorazioni e negli arredi della sua dimora, che include anche una cabina nautica ed è coronata dagli alberi maestro da lui stesso issati sulle tre torri.
Il suo cutter “Violante”, costruito nel 1875 nei cantieri Briasco di Sestri Ponente, rappresenta la prima imbarcazione da diporto italiana, anche se sarà con il “Corsaro”, il suo secondo cutter, che nel 1893 emulerà il navigatore genovese Cristoforo Colombo, con la traversata dell'Atlantico alla volta di San Salvador.  Anche dal suo archivio fotografico, che conta oltre 20.000 immagini scattate in tutto il mondo, è evidente l'attrazione esercitata dal mare sul suo animo, intriso di genovesità e definito dall’antropologo Paolo Mantegazza un “poeta del mare”. 
La biblioteca e l’archivio svelano volumi e documenti che testimoniano di una lunga vita vissuta onorando il mare, dall’Introduzione all’Arte Nautica di Girolamo Albrizzi del 1715 alla lettera di invito del New York Yacht Club del 1893.
Visite speciali tra torri, documenti e letture dalla biblioteca storica del Capitano d'Albertis, approfondiranno questo sguardo, e ci riporteranno al presente attraverso le performance di Federica Loredan,  per dar voce a chi oggi resta “incagliato”, in traversate esistenziali di portata epocale.

Percorso incluso nel biglietto di ingresso del museo; € 3 per possessori biglietto mostra di Palazzo Reale “Il Duca e il Mare”.
Visite  ed eventi specialidomenica 28 maggio
ore 17.00 e 18.00: visita speciale al castello sul tema UOMINIEMARE a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro; a seguire SIRENE performance di danza sonora di e con FEDERICA LOREDAN. Creazione per corpo, suoni e voce. Una danza sonora/musica visiva, una forma espressiva in cui il movimento produce suono, una danza percussiva, automusicata, che si serve anche di elementi fortemente simbolici ed evocativi.
Costo 13 € ( comprensivo di ingresso, visita e performance)
ore 18.30 e 19.30: aperitivo presso il bistrot del castello (facoltativo, su prenotazione 7 € )

Venerdì 30 giugno
ore 17 visita al castello a tema a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro;  ore 17.45 Un dialogo tra un corpo e l'acqua. Spettacolo di danza sonora di e con Federica Loredan, Solo Sol Eau.
costo totale 13 € ;  solo spettacolo 10 € .
18.30 aperitivo presso il bistrot del castello (facoltativo, su prenotazione 7 € )

domenica 16 luglio
ore 17.30 visita castello a tema e visita ai passaggi aerei con vista su città dalla torre e terrazza a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro;costo:6 €
ore 18.30 aperitivo c/o bistrot del castello(facoltativo, su prenotazione 7 € )

Info e prenotazioni tel. 010 2723820 castellodalbertis@solidarietaelavoro.it
https://it-it.facebook.com/castello.dalbertis/  -  www.museidigenova.it

Castello D’Albertis Museo delle Culture del mondo
Corso Dogali, 18 -  16136 Genova, Italia

26/05/17 Scoprire i Musei di Strada Nuova - visita guidata serale


L'estate nei Musei di Strada Nuova


L’ESTATE DEI  MUSEI DI STRADA NUOVA

DA GIUGNO A SETTEMBRE AI MUSEI DI STRADA NUOVA  L’OFFERTA CULTURALE SI AMPLIA CON UN PROGRAMMA VISITE GUIDATE IN ITALIANO, INGLESE, FRANCESE E VISITE SERALI A TEMA PER SCOPRIRE LA BELLEZZA DEI NOSTRI MUSEI.
   
I Musei di Strada Nuova organizzano una serie di visite guidate alla scoperta dei  propri tesori. Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi, situati nella prestigiosa Strada Nuova, riconosciuta Patrimonio Unesco,  custodiscono infatti tele di Caravaggio, Strozzi, Rubens, Van Dyck, Grechetto, Veronese, Guercino e altri ancora.

Capolavori  che si racconteranno, anche in lingua inglese e francese, a genovesi e turisti nel nuovo itinerario guidato “I capolavori ti parlano – Masterpieces speaking – Les oeuvres d’art racontent”. Il visitatore avrà così occasione di incontrare grandi artisti e personaggi in un avvincente viaggio attraverso la cultura, i costumi e l'arte. Imparare a conoscere  van Dyck e i suoi grandiosi committenti, Caravaggio e  le sue intense immagini, Rubens con le sue vibranti pennellate.

Le visite guidate avranno luogo tutti i sabati alle ore 16 con inizio al BOOKSHOP DI STRADA NUOVA  e durata di un’ora e mezza, a partire da sabato 3 giugno. Il visitatore potrà  in conclusione della visita salire al Miradore di Palazzo Rosso, terrazzo panoramico, per abbracciare a 360 gradi la veduta dei tetti del Centro Storico e della Città.


Ma anche le sere d’estate a Strada Nuova si animano con visite guidate a tema, che esplorano i lati nascosti dell’arte, la vita quotidiana a Palazzo, i giardini, le dimore tra le quali spiccano le  stanze abitate dalle  Duchessa di Galliera.
Il primo e quarto venerdi fino a ottobre alle ore 19 iniziano i tour alla scoperta dei magnifici Palazzi e dei giardini.

Questo il calendario delle visite serali:
26 maggio SCOPRIRE I MUSEI DI STRADA NUOVA
9 giugno FANTASMI A PALAZZO,
30 giugno TELE PENNELLI E CARBONCINO
7 luglio DONNE, SANTE, EROINE E POPOLANE
28 luglio A SPASSO NELLA STORIA
4 agosto TRUCCO E PARRUCCA, MODA E GIOELLI DI LUSSO

25 agosto Gossip a Palazzo: pettegolezzi tra storia e arte
1 Settembre  GIARDINI, FONTANE, TAVERNE E LATRINE
22 Settembre  IL LATO NASCOSTO DELL’ARTE
6 Ottobre STANZE DELLA DUCHESSA

In collaborazione con AGTL (Associazione Guide Turistiche Liguria), EXPLORA, GENOVA IN MOSTRA,COOPERATIVA SOLIDARIETA' E LAVORO, ASCOM.

INFO E PRENOTAZIONITel.: 010 2759185
COSTO: Intero € 15; Ridotto € 10 ( ragazzi età 7-11 e over 65)
Punto d'incontro: Bookshop dei Musei di Strada Nuova

Al giovedì suggestioni&relax con Castello Fuori Orario per le sere d'estate

Per tutto il periodo estivo, ogni giovedì dal 25 maggio fino al 15 settembre, torna Castello Fuori Orario per le sere d'estate, con tanti appuntamenti fissi ma anche con proposte di eventi speciali.
Vi aspettiamo nei segg. orari:
- museo aperto dalle ore 13 alle ore 22, con biglietto ridotto € 4,50;
- apertura della caffetteria e del parco dalle ore 10 alle ore 22.00;
- aperitivo in caffetteria dalle ore 18 alle 22.00, su prenotazione € 8, a cura di "Bonton Bristot;

 
- visita ai passaggi segreti del castello alle ore 20.00 e 21.00, su prenotazione,  € 6.00 a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro.


INFO E PRENOTAZIONI: 

Tel. 010 2723820 e-mail:castellodalbertis@solidarietaelavoro.it
Corso Dogali, 18, 16136 Genova, Italia

Vuoi restare aggiornato su tutte le iniziaitve in programma? Seguici su https://www.facebook.com/castello.dalbertis/

martedì 23 maggio 2017

25/05 Biblioteca I. D'Aste, Recco: presentazione volume “Il tempo della precarietà. Sofferenza soggettiva e disagio della postmodernità”

Sala Polivalente “Franco Lavoratori”, Biblioteca Ippolito D'Aste, ReccoGiovedì 25 maggio  ore 17.00  presentazione del libro “Il tempo della precarietà.  Sofferenza soggettiva e  disagio della postmodernità”
diMario Giorgetti Fumel e Federico Chicchi

Argomentazioni e testimonianze teoriche e cliniche che interrogano a fondo la questione della precarietà e della sofferenza che immancabilmente ne deriva.

L’esistenza umana è ontologicamente confrontata con le insidie e la durezza della realtà. Mai però come oggi, a causa della crescente fragilità dei legami sociali, si è dato un periodo tanto gravido di incertezze e inquietudini. Le istituzioni della modernità che avevano nel bene e nel male organizzato e governato la dinamica della vita individuale e collettiva, primo tra tutti il lavoro, sembrano, infatti, ora incapaci di fornire alla soggettività un efficace ancoraggio sociale. Per questo motivo la contemporaneità può essere descritta come Il tempo della precarietà. In questo tempo, integralmente orientato dal “discorso del capitalista”, il carico dovuto alla preoccupazione e alla sofferenza per lo svilimento della dimensione lavorativa ha infatti raggiunto livelli insostenibili e fino a pochi anni fa addirittura inimmaginabili.

In questo libro si sono raccolte argomentazioni e testimonianze teoriche e cliniche che, attraverso la psicoanalisi e la sociologia, interrogano a fondo la questione della precarietà e della sofferenza che immancabilmente ne deriva. Parlare di precarietà, tentare di definirla oltre il luogo comune, diventa allora un punto di partenza essenziale per poter riconoscere, nell’ordine di questa inedita condizione sociale generalizzata, la dimensione sempre singolare di ogni sofferenza e per interpellare il proprio desiderio come risorsa possibile ed inestimabile da difendere e promuovere ad ogni costo.

Evento nell'ambito della rassegna “Il Maggio dei Libri”,  a cura della Cooperativa Solidarietà e Lavoro scs-onlus, in collaborazione con il Comune di Recco.

Per informazioni : tel. 0185.76247 ; e-mail biblioteca@recco.in.